Do you want to view the website in English? X

PRENOTA ORA

X
Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4
Hotel Carlton on the Grand Canal
Hotel Carlton on the Grand Canal
CHC SHOPSCOPRI L'UNIVERSO CHCCHC SHOP
Vietato Toccare ovvero il Social distancing

Vietato Toccare ovvero il Social distancing

Com’è cambiata la nostra vita ai tempi del social distancing

Vietato toccare!

La pandemia ha cambiato radicalmente il rapporto che abbiamo con noi stessi e con gli altri. Fuori della nostra abitazione non tocchiamo più nulla o ben poco e se lo facciamo, cerchiamo immediatamente di lavare accuratamente o disinfettare le nostre mani. Con un po’ d’imbarazzo misto a paura cerchiamo di evitare tanti gesti quotidiani che fino a poco tempo fa ci venivano spontanei: maniglie di porte, corrimano, sedili di autobus o vaporetti, li sfioriamo appena, solo se necessario, con le mani coperte da guanti usa e getta.
Osserviamo il social distancing che ci mantiene accuratamente lontani da altre persone e al sicuro da possibili contagi.
Ma quanto ci manca toccare!
Toccare le persone che non vivono in casa con noi, i nostri amici, i nostri parenti, con una carezza, un simpatico buffetto, una pacca sulla spalla, un abbraccio!
E le cose, gli oggetti e tutto ciò che si trova all’esterno della nostra abitazione. Il piacere di sentire sotto ai nostri polpastrelli il marmo poroso del corrimano dei ponti, o quello liscio e levigato dei leoncini in piazzetta San Marco, il freddo del ferro a prua delle gondole, il legno caldo e solido dei remi abituati al loro lavoro. Gesti che forse non facevamo abitualmente nemmeno prima, ma che per il solo fatto di non poterli compiere, ci mancano da morire….
Come cambierà la nostra vita quando finirà il lockdown ma non avremo ancora la certezza che il virus sia stato debellato?
Sicuramente dovremo pensare a misure e norme che ci permettano di muoverci e interagire in totale sicurezza.
Anche il nostro “fare accoglienza” sarà più attento alla sanificazione di tutti gli ambienti, alla riorganizzazione degli spazi per consentire il mantenimento delle distanze adeguate tra tutti i nostri ospiti, alla preparazione protetta e certificata dei cibi.
Stiamo pensando a come organizzare e attuare al meglio tutti questi accorgimenti per trovarci pronti non appena sarà possibile viaggiare nuovamente.

Nel frattempo #iorestoacasa .

Nella foto l’opera “Mani” di Lorenzo Quinn, Biennale di Venezia 2017